Ricette. Rou Bing, focaccia cinese con la carne

Conosco la ricetta di questa focaccia cinese da almeno 15 anni, grazie ad un vecchio forum culinario russo. L’aveva pubblicata un’amica che all’epoca viveva in Giappone, ma, ovviamente, si interessava di tutte le altre cucine orientali. Tempo fa tra noi si usava di scambiarsi i prodotti locali particolari introvabili negli altri paesi. I pacchi che volavano da una parte del mondo all’altra!… Infatti, grazie a lei avevo assaggiato per la prima volta la polvere del tè matcha, l’essenza del melone che si usa in Giappone per i panini molto particolari e tanti altri piccoli grandi prodotti altrimenti irraggiungibili.

Questa ricetta è stata molto amata da tutti, ma come succede, con gli anni dimenticata. Solo che di recente mi è capitato di vedere una focaccia cinese (diversa) su un sito di un ristorante, è allora Rou Bing, così si chiama la focaccia della mia amica, mi è tornata in mente.

E’ facile, tranquilli. Ma diventerà il vostro asso nella manica. Basta seguire attentamente le istruzioni.

Rou Bing, focaccia cinese con la carne

Per 2 focacce:
200 g di farina 00
120 g di acqua tiepida
1 presa di sale

Per la farcia:
300 g di macinato di maiale
2 cipollotti verdi
1 cucchiaio di salsa di soia
1 cucchiaio di salsa di ostriche
1 cucchiaio di sake
1 cucchiaino di olio di sesamo
sale
pepe

— impastare la farina con l’acqua e il sale (l’impasto deve essere abbastanza morbido), formare una palla, coprirla con un canovaccio umido e lasciare a riposare 30 minuti

— preparare la farcia: mettere in una ciotola la carne, tutte le spezie e i cipollotti tritati, impastare

— dividere l’impasto in due, formare le due palline e stenderle in un cerchio su una superficie infarinata

— qui comincia la parte divertente: immaginare il cerchio diviso in quattro settori, e coprirne i 3/4 con la farcia, cercando di stenderla in una maniera omogenea

— fare un taglio lungo un settore vuoto e piegare la parte dell’impasto scoperto sopra la farcia. Pizzicare i bordi, girare la seconda volta, pizzicare i bordi ancora e finire il giro, pizzicando l’ultima parte per non fare fuoriuscire l’impasto

 

Ora è importante far riposare questo triangolo farcito a strati 10 minuti, ma nel frattempo preparare la seconda focaccia

— aiutandosi con le mani, dare una forma tonda alla focaccia riposata e stenderla accuratamente in un cerchio

— scaldare una padella antiaderente e ungerla leggermente con l’olio

— friggere la focaccia un paio di minuti per lato, finché diventa dorata e croccante

— tagliare in quattro con un coltello e mangiare calda!