Svekolnik, una zuppa fredda russa di barbabietola

Quando fa caldo, in Russia si usa molto mangiare le zuppe fredde, a base di verdure fresche e qualcuna lessata, uova, ogni tanto l’aggiunta di carne o di prosciutto cotto, con il kefir o il kvas (bevanda fermentata a base di pane di segale).

Molti anni fa ho postato una ricetta di okroshka, oggi parliamo di svekolnik. La sua preparazione è decisamente semplice, semplificata fino all’inverosimile, che è un vero salvavita contro il caldo e i fornelli.

Tutte le verdure si grattugiano grossolanamente, con l’aiuto di una grattugia a maglia larga, così la preparazione del pranzo occupa pochi minuti.

Svekolnik

2 barbabietole medie lessate
1 piccola patata lessata fredda
2 uova sode
1 cetriolo fresco medio
5-6 ravanelli
100 g di bollito o di prosciutto cotto a cubetti (facoltativo)
0,5 l di kefir
sale, pepe
un mazzetto di aneto e di cipollina verde

— grattugiare tutte le verdure in una ciotola larga

— grattugiare le uova, aggiungere sale e pepe e, a piacere, carne o prosciutto

— versare il kefir e mescolare

— aggiungere un bel po’ di erette fresche tritate

Il pranzo è pronto, buon appetito!

Questa zuppa non solo nutre senza appesantire, ma aiuta i movimenti intestinali e fa bene allo stomaco.