Salmone in crosta di sale

Probabilmente la mia è a scoperta dell’acqua calda, ma, pur avendo cucinato tante volte spigole e orate in crosta di sale, ma anche polli e pezzi di carne, non mi era mai venuto in mente di preparare in salmone con questo metodo.

Qualche settimana fa al supermercato mi è capitato di trovare i salmoni interi non troppo grossi, di circa 1,5 kg. Lo volevo affumicare, ma ho chissà perché, ho cambiato idea e ho subito preso 2 kg di sale. 

Senza farla troppo lunga, la preparazione mi ha sorpresa: il salmone risultava meno grasso del solito, molto piacevole, tenerissimo, per niente stoppaccioso e aromatizzato a dovere.

Insomma, ve lo consiglio. Ah, ed è ottimo anche freddo, con la maionese home made!

Salmone in crosta di sale

 

1 salmone intero di 1,5 kg circa

2 kg di sale

1 limone

aneto

pepe nero in grani

Per la maionese:

1 uovo

200 ml di olio vegetale (di girasole)

1 limone

sale

senape

— coprire una teglia con la carta da forno, versare 1 kg di sale e inumidirlo con un po’ di acqua, formando una base per il pesce

— adagiare il salmone sul sale, farcirlo con qualche fetta di limone, i rametti di aneto con con pepe nero pestati grossolanamente

— versare 1 kg di sale in una ciotola e aggiungere un po’ di acqua, mescolare e coprire accuratamente il salmone da tutti i lati

— infornare a 200° per 45-50 minuti

— eliminare la crosta con cura, cercando di non mandare il sale sulla polpa, staccare la pelle e servire il salmone tiepido o freddo

—per preparare la maionese: versare l’uovo in un bicchiere con una presa di sale e una punta di cucchiaio di senape, versare l’olio e montare il tutto con un minipimer per 30 secondi circa. Infine aggiustare con il succo di limone a piacere, conservare nel frigo per qualche giorno.