Sambuco. Sciroppo, olio e aceto

Fino allo scorso anno conoscevo solo un modo di conservare i fiori di sambuco, trasformandoli in un profumatissimo e gustoso sciroppo, perfetto per aromatizzare l’acqua fresca in estate (infatti, viene fuori una bevanda pazzesca, mi nutrirei a litri di acqua al sambuco!) oppure per preparare il famoso cocktail Hugo, una sorta di Spritz, ma senza campari, solo Prosecco e sciroppo. Profumato e dissetante.

E poi sono andata in Calabria. Lì ho scoperto il mondo: una focaccia all’olio e fiori di sambuco. Stupefacente. Secondo me provoca dipendenza. E da allora non vedevo l’ora che arrivasse la stagione visto che l’olio in questione non si vende da nessuna parte. Ed ecco che adesso finalmente ci siamo.

Ma… non c’è due senza tre. Ho deciso di provare a fare anche l’aceto aromatizzato con il sambuco. Tra qualche giorno ci saranno i risultati, speriamo bene! Ovviamente, anche i due rossi mi hanno aiutata.

Sicuramente troverò anche altri utilizzi per le mie “conserve”, specie per lo sciroppo e l’olio: bagnerò il pan di Spagna o condirò i crudi di pesce, poi vi farò sapere. Sull’aceto devo ancora riflettere, magari lo provo nella panzanella o l’insalata di finocchi. Forse, se trovo le bacche di sambuco tra qualche mese, riprovo ad aromatizzarlo diversamente.
Ma ora le ricette.

Sciroppo di sambuco

10 fiori di sambuco
2-3 lime
500 ml di acqua
500 g di zucchero

— distribuire i fiori di sambuco nella carta (potrebbe essere una busta di carta alimentare strappata) e avvolgere come un rotolo. Chiudere bene e mettere in un luogo asciutto e buio per 24 ore. Questo si fa per due motivi: primo è per asciugare i fiori dall’umidità (ovviamente, raccolti nei luoghi lontani dalle strade trafficate) e il secondo è per favorire il distacco dei fiorellini dai rametti

— il giorno dopo aprire il pacchettino e con tanta pazienza togliere i fiori dai rametti in una ciotola larga, tirandoli con le dita

— trasferire i fiori in un barattolo di vetro di 1 l, tagliare i lime a fettine e aggiungere nel barattolo, poi versare l’acqua fredda , cercando di coprire i fiori e la frutta. Chiudere ermeticamente e mettere in un luogo buio per altre 24 ore

— trascorse le 24 ore, filtrare il liquido in una pentola, spremendo bene anche i fiori e le fette di lime per non perdere una goccia di estratto prezioso, aggiungere lo  zucchero e portare a ebollizione lentamente

— cuocere per 15 minuti e poi trasferire nelle bottiglie e chiuderle ermeticamente

—lo sciroppo si conserva piuttosto a lungo, anche per un anno, ma per sicurezza  io lo tengo nel frigo.

Olio al sambuco

20 fiori di sambuco
500-700 ml di olio evo non troppo forte né troppo profumato

— distribuire i fiori di sambuco nella carta (potrebbe essere una busta di carta alimentare strappata) e avvolgere come un rotolo. Chiudere bene e mettere in un luogo asciutto e buio per 24 ore. Questo si fa per due motivi: primo è per asciugare i fiori dall’umidità (ovviamente, raccolti nei luoghi lontani dalle strade trafficate) e il secondo è per favorire il distacco dei fiorellini dai rametti

— il giorno dopo aprire il pacchettino e con tanta pazienza togliere i fiori dai rametti in una ciotola larga, tirandoli con le dita

— dividere i fiori in due barattoli da 0,5 l, versare olio in modo da coprire bene i fiori, chiudere ermeticamente e conservare in un luogo buio

— prima dell’utilizzo far passare almeno qualche giorno, in media 5-7.

Aceto al sambuco

4-5 fiori di sambuco
250 ml di aceto di vino bianco

Non credo che asciugare i fiori prima di coprirli con l’aceto serva a qualcosa, quindi ho proceduto direttamente con il togliere i fiorellini dai ramoscelli e riempire la bottiglietta di 250 ml

Una volta piena, ho versato l’aceto e l’ho riposto in un luogo buio e fresco per qualche giorno.

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *