Vino. Fattoria ColSanto a Montefalco

Fattoria ColSanto è situata in uno scenario incantevole, fatto di vigneti, uliveti, e antiche cantine. Itinerari affascinanti, lontani dalle solite mete del turismo di massa. Nel 2001 l’azienda Fattoria Colsanto che si trova nel cuore dell’Umbria, nella zona DOCG di Montefalco (Bevagna), è stata acquisita dalla famiglia Livon.

Una proprietà di 20 ettari a vigneto con impianti di 7500 piante per ettaro di uve Sagrantino, Sangiovese, Montepulciano e Merlot, vigneti che circondano lo storico casale del 1700.

Nonostante la giovane età vitivinicola, la zona DOCG Montefalco si afferma dai ritrovamenti archeologici che già gli etruschi coltivavano la vite, ancor prima dei romani. Una terra mediamente argillosa e alcalina ricca di sali minerali permette la produzione di vini di eccellente qualità.

E’ una cantina completamente ristrutturata con i migliori impianti tecnologici dove attualmente si producono 5 etichette:

IGT dell’Umbria Montefalco Ruris
DOC Montefalco Rosso di Montefalco
DOCG Montefalco Sagrantino di Montefalco
DOCG Montefalco Montarone
Trebbiano Spoletino Cantaluce

Cantaluce, il Trebbiano Spoletino si è rivelato una piacevole sorpresa. Si si ottiene dal vitigno Trebbiano Spoletino ed è prodotto nel territorio tra Spoleto e Montefalco. Il colore è giallo paglierino con riflessi verdognoli. Un vino verticale con note floreali, di pietra focaia e cedro. Pulito, fresco, agrumato.

Ho assaggiato il Sagrantino di Montefalco sia in anteprima, quello preso direttamente dalla botte, sia di annate precedenti. E’ sempre un grande vino, corposo e deciso. dal colore rosso rubino, quasi granato. Frutti rossi, spezie, vaniglia, violette, tabacco al naso, in bocca è forte ed equilibrato, dai tannini notevoli, ma non invadenti.

Invece le uve di Sagrantino di Montefalco Montarone vengono selezionate nel vigneto migliore della Fattoria Colsanto, chiamato proprio “Montarone”, nome scelto da Livon per quest’etichetta.

Infine un goccio di Passito Montarone. Carico e denso il colore, un rosso rubino profondo, dai riflessi violacei. Al naso sa subito di marmellata di more, all’assaggio invece non è troppo dolce, armonico, intenso, dai tannini morbidi.

Dovete sapere che l’enologo della cantina è friulano, e da quando si è trasferito in Umbria, si è portato dietro anche la moglie, una simpatica signora che cucina durante gli eventi o degustazioni i piatti della sua terra. 

Visto che sono arrivata in cantina durante l’Anteprima di Sagrantino di Montefalco, ho fatto una piccola degustazione, accompagnata da qualche prelibatezza friulana: gli affettati, le sarde in saor, diverse da quelle venete, il frico di formaggio con patate e la pasta con la salsiccia friulana, profumatissima, alla cannella. 

Nel 2017 sono stati ultimati i lavori con la ristrutturazione dell’antico casale risalente al 1800 con la realizzazione di un a nuova sala degustazione, il punto vendita e una sala per il relax e l’ospitalità. Il b&b offre ai clienti una splendida struttura in cui sono state realizzate 6 eleganti camere, con vista a un incantevole paesaggio dei borghi di Spello e Assisi. Qui si organzzano degustazioni con i vini in abbinamento ai prodotti tipici del luogo.

Per chi desiderasse scoprire il territorio, Fattoria ColSanto organizza il “Tour tra i vigneti e gli uliveti”: una magica immersione tra visite a vigneti dai panorami indimenticabili, degustazioni nelle cantine dove riposano le barriques ed escursioni tra le distese di ulivi dell’Umbria.

Fattoria Colsanto
Via Cantalupo, località Montarone
06031 Bevagna (Perugia)
cell. 348.2564773

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *