Speciale Praga. Ristorante U Bansethů dove mangiare l’anatra più buona della città

Non ho dubbi che tutti voi conosciate Praga e abbiate i vostri posticini del cuore. In effetti, Praga è piena di localini deliziosi, piccole caffetterie che vi fanno a casa, ristorantini di tutti i tipi, per tutti i gusti e per tutte le tasche, senza parlare di birrerie. Ma io, rispetto a tutti voi, sono decisamente avvantaggiata nelle mie conoscenze: mie figlia vive qui e chi conosce la città e le sue offerte meglio di lei? Nessuno, ci scommetto.

Un paio di anni fa avevamo scritto una piccola guida dove mangiare e bere a Praga, pubblicata su Scatti di Gusto, ma adesso vorrei presentarvi un ristorante-birreria storico, famoso in tutta la città e anche oltre, per la sua anatra. E’ una delle specialità praghesi che dovete mangiare da U Bansethů almeno una volta nella vita.

Innanzitutto, per mangiarci, dovete prenotare, magari qualche giorno prima. Il locale è sempre pieno, specialmente in estate, e un motivo c’è. L’anatra, cucinata in più modi, a dir poco, è strepitosa.

Appena entrate, a vostra destra troverete un lungo banco di legno, lucidato da tante persone che vi sono passate. La sala, anzi, le due sale, sono arredate in modo semplice: tavoli di legno e panche, documenti e foto storici (U Bansethů nasce nel 1911) e alcune teste di alci sulle pareti. Niente tovaglie, tovaglioli e posate nei contenitori sui tavoli. Non stupitevi, se vi troverete al tavolo con gli sconosciuti: qui si usa così, si potrebbe dire che i tavoli sociali non sono una moda, ma una tradizione.

Sempre sul tavolo il menu con le specialità, a richiesta vi porteranno la carta di vini. Pochi, ma dignitosi. Beh, sempre se non volete fare un full immersione nel mondo delle birre, dato che nella birreria a fianco, sempre di proprietà, se ne producono diversi tipi.

Potete scegliere tra un quarto di anatra, un hamburger di anatra, un goulash di cuoricini di anatra, un rotolo ripieno, sempre di anatra o delle frittelle di patate cucinate nel grasso di anatra. Atrimenti  potete chiedere lo stinco di maiale o il formaggio marinato con le spezie, altre specialità locali.

Ovviamente, c’è anche il menu “più normale”, ma nemmeno l’ho visto, e nessuno intorno a noi l’ha ordinato.

Abbiamo ordinato un quarto di anatra servito con i crauti e frittelle di patate. Da perdere la testa, tenera, saporita, pelle croccante, mmmmm…..

Hamburger con bacon e cetriolini e patatine fritte. Forse più “normale”, ma un burger di anatra non lo trovate da nessun’altra parte. Buonissimo anche esso.

Una bottiglia di Pinot Nero, ovviamente, locale. Il vino mi ha stupito. Aspettavo un Pinot austero, leggero, molto nordico, nonostante la dicitura “vendemmia tardiva”, invece era vellutato, ricco, profumato (anche se poco speziato) e anche leggermente appassito. E’ la prima volta che bevo un PN appassito!..
Insomma, mi avete capito?

Ah, dimenticavo. Volete sapere quanto abbiamo speso? Pochissimo, circa 25 € in tutto.

U Bansethů & Bašta
Táborská 49, Praha 4 – Nusle
Tel. 724 582 721 / 261 222 530

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *