Roma. Eataly Tutto Nuovo, tutto buono

Adoro scoprire le novità gustose, specialmente se sono concentrate tutte in un unico luogo. Da Eataly Roma ultimamente accadono cose belle, ed ecco cosa troverete adesso in questo spazio, il più grande luogo al mondo dedicato alle eccellenze agroalimentari italiane.

Tutto Nuovo è un mercato unico nel suo genere con più di 13.000 referenze, 5 ristoranti autentici (la nuova Birreria, Pasta e Pizza, l’Osteria Romana, il Temporary al terzo piano che ospita il Bosco Umbro e il nuovo Terra). Nuovi laboratori di produzione a vista e una rinnovata capacità di offrire prodotti e servizi di eccellenza a prezzi accessibili garantendo sempre alta qualità e alto livello artigianale dei prodotti venduti e cucinati sono i pilastri su cui di basa il nuovo Eataly Roma.

PIANO TERRA: nell’ala destra del piano terra si trova il Mercato dei Produttori che diventa una vera piazza di paese attorno alla quale si sviluppa un’offerta di street food fatta dalla Pizza alla Pala della Panetteria di Eataly e da una selezione di zuppe, centrifugati e succhi prodotti da Orto, tutto preparato con le verdure del territorio.

Pizza leggerissima, molto digeribile, condita con ingredienti squisiti, davvero da leccarsi i baffi.

PIANO UNO: la nuova Birreria con produzione di birra artigianale, circa 50.000 litri all’anno prodotti a metri zero, un sistema che prevede il passaggio visibile dalla produzione al tank e dal tank al bicchiere, permette di gustare un’ampia selezione di birre di Eataly appena prodotte. Come grande novità arriva la Pizza al Padellino realizzata con le farine biologiche del Mulino Marino, stesa direttamente nel tegamino di ferro da 24 cm e lasciata ancora lievitare per poi essere farcita con i salumi e formaggi del banco di Eataly e cotta nel forno rotante a 380° gradi.

Ok, non bevo birra, ma quel impianto tutto lucido, di rame, a vista, che arriva al banco e permette di spillare la birra appena prodotta, è bellissimo. Le pizze nel padellino sono carine e divertenti oltre che buone, quindi raccomanderò a tutti di provarle.

PIANO UNO: la nuova Gastronomia è un reparto tutto nuovo che celebra i piatti più amati della tradizione romana con proposte street food da gustare in negozio o da portare a casa. La pasta fresca è firmata da Mauro Secondi, uno dei migliori pastai di Roma. Nella nuova gastronomia si potranno trovare tutti i giorni: le alette fritte di pollo ruspante, l’insalata di mare con il pesce selezionato dalla nostra pescheria e i condimenti per i primi piatti della tradizione romana.

Pollo allo spiedo, cosa c’è di più buono e peccaminoso? Ma anche porchetta, paste fresche di Mauro Secondi… insomma, anche qui abbiamo da “indagare”, gastronomicamente parlando.

PIANO UNO: il nuovo Caseificio di Roberto Battaglia che propone un luogo in cui assistere alla produzione, in diretta, di mozzarelle e burrate. Ogni giorno, i mastri casari scelti da Roberto producono la mozzarella e altre specialità lavorando oltre 550 litri di latte di Bufala fresco. La treccia, la ricotta, la scamorza fresca e affumicata e i bocconcini sono prodotti nel laboratorio a vista che grazie alla grande vetrata rende possibile osservare tutte le operazioni e avere un assaggio di mozzarella ancora calda.

Mozzarelle appena fatte, ricottine calde, scamorze… che è che non ama i formaggi freschi?

PIANO DUE: la nuova Cuopperia propone il fritto di Pasquale e Gaetano Torrente da mangiare subito o portarsi via. A Cetara (SA), Pasquale e suo figlio gestiscono “La Cuopperia del Convento”, la prima cuopperia d’Italia, un piccolo locale situato a pochi metri dalla spiaggia. il cartoccio di carta paglia tradizionalmente usato dai pescatori della costiera. Dalle polpette con patate e baccalà al fritto di paranza fino alle sarde o alle alici con la provola: ciascuno compone il proprio cuoppo scegliendo tra pesce con e senza spine dal banco della pescheria, verdure e speciali abbinamenti del giorno.

Ora che sta arrivando l’inverno, un cuoppo di pesce fritto ricorderà l’estate e il mare che ci mancherà per un po’. Poi trovo molto divertente poterlo comporre da soli, a peso, scegliendo i pesci che piacciono di più. Per me il must sono le alici fritte, ancora più di calamari e gamberi.

PIANO DUE: Terra, il format che nasce dall’esperienza già sviluppata con grande successo a Eataly Los Angeles e a Eataly Boston, arriva per la prima volta in Italia. Si impone alla vista una griglia di 3 metri, fatta a mano, per cotture con carbone naturale 100% italiano, e filiera corta dal banco alla tavola: carne de La Granda e pesce freschissimo delle Cooperative di Anzio e Civitavecchia scelti direttamente dal banco della macelleria e della pescheria e cucinati alla griglia, il Crudo di pesce di Eataly con le marinature a base di olio evo, le verdure di stagione e laziali di Agricolonna.

E qui che siamo arrivati alla mia parte preferita, una griglia enorme al ristorante Terra. Già ammirarla dalla sala è un atto preliminare prima del piacere della carne. E poi cotture giuste, consistenze perfette, condimenti gustosi e accompagnamenti selezionati tra vini e bollicine completano il cerchio.

In attesa degli ultimi passaggi del normale iter autorizzativo Eataly Roma diventerà anche la sede del nuovo Pop-Up Store di IKEA, un ulteriore tassello al processo di rivalutazione urbana.

Ed io tornerò con mio marito (che stavolta non c’era) per far aperitivo con un cuoppo e cenare con una fiorentina.

Eataly Roma
Piazzale 12 Ottobre 1492, 00154 Roma RM
Tel. 06 9027 9201

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *