Insalata di riso lussuriosa

Non è un segreto per nessuno che i piatti che vanno per la maggiore in estate, sono le insalate: di tante verdure, di pasta, di cereali e di riso, naturalmente. Insalata di riso, quella classica, ha mille variazioni, ovvero, ognuno ci mette di suo, e così ho pensato bene di crearne un’altra ancora, un po’ particolare. Di recente ho preso gusto di usare il pesce crudo per condire la pasta (spaghetti freddi), quindi perché non il riso?
Detto fatto.
Ma per fare un piatto veramente buono, o, meglio, lussurioso, ci vogliono i prodotti eccellenti, e allora via libera al Riso Buono nero Artemide, al tonno freschissimo preso nella mia pescheria di fiducia, ai piccolissimi capperi di Salina, ai pomodorini ed erbette cresciuti nel mio orticello e all’olio Laudemio, ingrediente fondamentale per un tocco di classe. Stavolta ho preso un olio biologico, dell’azienda San Michele a Torri. Con il suo profumo dell’erba fresca, e il sapore delicato, che ricorda un po’ il cardo, è stata la scelta giusta per dare ulteriore freschezza e un tocco di eleganza ad un piatto freddo, crudo e cotto.

Insalata di riso lussuriosa

200 g di Riso Buono nero Artemide (oppure il riso Venere)
200 g di tonno fresco
1 manciata di pomodorini
1 cucchiaio di piccoli capperi sottosale
1 uovo
1 limone
erba cipollina
olio extravergine di oliva Laudemio az. San Michele a Torri

— lessare il riso nero nell’acqua leggermente salata (i tempi di cottura sono di 35-40 minuti circa)

— nel frattempo tagliare a cubetti il filetto di tonno e metterlo in una ciotola con 2 cucchiai di olio, capperi leggermente dissalati, un po’ di erba cipollina tritata; mescolare bene e lasciare marinare

— cuocere l’uovo per 8 minuti circa, il tuorlo non deve essere completamente cotto, raffreddare sotto l’acqua corrente

— tagliare i pomodorini a metà

— quando il riso è cotto, farlo intiepidire, aggiungere qualche pomodorino, i resto dell’erba cipollina e condire con 1 cucchiaio di olio e il succo di limone (a piacere)

— aggiungere 2/3 di tonno marinato, una grattata di scorza di limone e mescolare tutto

— impiattare l’insalata di riso con l’aiuto di un coppapasta, decorare con la metà di un uovo, il tonno rimasto, i pomodorini e qualche filo di erba cipollina

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *