Speciale Anzio. Squisy Pizza si trasferisce al porto e diventa anche cucina

Sorpresa! Squisy Pizza, nata qualche anno fa in un piccolissimo spazio al centro di Anzio, si è trasferita al Porto, in un locale più grande, con la veranda fuori e ora fa anche la cucina, oltre che la pizza.
Per quanto me la ricordo io, la pizza è sempre stata buonissima, sottile, croccante, più romana che napoletana, e ben condita. Peccato che nel locale c’erano 4 tavoli di numero.

Invece adesso, ho riscoperto il piacere di mangiare una buona pizza, finalmente sottile, senza il cornicione, con vista mare. Come se non bastasse, ecco che apro il menu e vedo i piatti della cucina, pochi, semplici, uno più invitante di un altro. Fortuna che eravamo in 5, e abbiamo potuto assaggiare sia antipasti che qualche primo che un paio di pizze.

Dire che sono rimasta soddisfatta dei sapori e dei piatti, è non dire niente. Peccato che, come spesso accade in questi posti, la scelta di vini è pari a zero, e di bollicine nessuna traccia. Un altro piccolo/grande neo è che qui si lavora tanto anche con le consegne a domicilio, e per questo tocca aspettare la pizza più del dovuto. Però quando sarò a casa e vorrò una pizza, chiamerò e me la porteranno in un batter d’occhio. Non male, eh?

Per iniziare, un po’ di fritti. Fiori di zucca, buoni e croccanti

Cuoppo di alici fritte, saporite e sfiziose

Fritto misto di calamari e gamberi, niente male anche questi.

Il piatto che ho puntato fin dall’inizio e che non vedevo l’ora di assaggiare, è la zuppa di cozze napoletana. Che dire? Merita alla grande! Ottimo sapore, molluschi abbondanti, sugo saporito, e mi è piaciuto quel tocco di origano che fa la differenza.

Un altro primo spettacolare sono i tortelloni mediterranei, con mazzancolle, bufala e basilico. Roba da perdere la testa. Grandi, consistenti, si vede che sono fatti in casa, belli pienicon tanto condimento intorno, praticamente un piatto unico.

Buone anche le pizze. I bambini hanno voluto la pizza con pomodoro, mozzarella e funghi. Buona scelta.

Poi una Napoli, con pomodoro, mozzarella, acciughe e origano. Sfiziosa e saporita, quel gusto che lascia tanta soddisfazione.

Di solito non scrivo i prezzi, ma vorrei far capire che si può mangiare bene anche spendendo poco. La zuppa di cozze e un piatto di tortelloni, le porzioni di fiori di zucca e di fritto misto erano doppi, 1 cuoppo di alici, 3 le pizze, 1 bottiglia di vino, acqua e due aranciate, per 88 € in totale non è male, vero?

Squisy Pizza
Via Molo Innocenziano, 29, Anzio (Roma)
tel. 329 011 8021

 

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

8 thoughts on “Speciale Anzio. Squisy Pizza si trasferisce al porto e diventa anche cucina

  1. Frequenot Anzio anch’io e la leggo spesso con ammirazione. Qui però non capisco il conto. La zuppa di cozze e i tortelloni erano compresi o no? se erano compresi (e se ne è dimenticata nel rendiconto finale), è un gran bel prezzo. Se invece non erano compresi, abbiamo praticamente tre pizze con due antipasti tipici da pizzeria e bevande, a una media intorno ai 30 euro (o oltre, se consideriamo il terzo antipasto mancante), il che è decisamente caro per le pizzerie di Anzio. Grazie per l’attenzione!

    1. Salve!
      Mi dispiace se non sono stata abbastanza chiara. Il conto finale comprendeva tutte le portate: zuppa e tortelloni, 2 fritti misti, 6 fiori, 1 cuoppo di alici, 3 pizze, acqua, vino e 2 bevande gassate per i bambini. E’ un gran bel prezzo, confermo.
      E grazie per il riscontro!

  2. Grazie mille per la risposta, oltretutto immediata! Da provare subito, prima che diventi troppo famosa! E’ persino accanto al mio ristorante (finora) preferito ad Anzio… 🙂

    P.S. purtroppo quella delle consegne a domicilio a cui viene data la precedenza, sta diventando una piaga, soprattutto per quanto riguarda le pizzerie, e capita spesso di passare anche oltre un’ora a riguardare il via-vai dei fattorini.

    1. Purtroppo per noi lavorano molto con le consegne. Comunque sono anche veloci (hanno due forni), e poi ci sono andata in uno dei periodi più incasinati dell’anno.
      (Il ristorante del cuore qual’è? Romolo?)

  3. Alceste al Buon Gusto! Mi ci sono sempre trovato bene, ricco di antipasti comme il faut nei ristoranti portodanzesi di buon livello, con un giusto mix tra tradizione ed innovazione e con un servizio professionale, che non discrimina troppo tra il cliente abituale e non: ci vado max una volta all’anno o neppure. Da Romolo invece sono andato solo un paio di volte e me ne sono sempre pentito, dai menù a voce – a parte non sapere i prezzi, il cameriere non può o non vuole recitare tutto, e poi scopri che il vicino prende qualcosa che a te non è stato detto e che avresti preso anche tu – ad altri particolari irritanti che tralascio. Pierino invece mi è fastidioso anche perchè usa tavoli larghi 60 cm anzichè 80, per ricavare più spazio. Il Turcotto è rimasto uguale a se stesso in 50 anni. Tornando indietro agli anni ’80-’90, mi piaceva il Flora e una volta accanto ad Alceste c’era l’Antica Darsena; la pizzeria dove andare era l’Arco Muto con il tiro al piattello. Poi prima l’hanno chiusa per fare il parco archeologico, e dopo è crollato l’arco…

    1. Eh, capisco i gusti, ma non sono d’accordo su Alceste. Ho trovato che negli ultimi anni è peggiorato gradualmente, non mi soddisfa più per nessun parametro (tranne la terrazza sul mare!) Da Romolo invece il menù, volendo, lo portano, però dicono a voce i piatti del giorno, come lo fanno tutti. IL Pierino 20 anni fa ha fatto una grande innovazione, introducendo i piccoli antipasti-assaggini, all’epoca gli antipasti erano i soliti “piatti unici” e non la degustazione. Ma sui tavoli sono d’accordo.Turcotto è anni ottantissimi… Al porto però, prima di arrivare da Romolo, c’è una veranda sul mare, L’Asticiotto. Si mangia molto bene, dovrebbe provarlo. Sarò anche di parte (lo adoro), ma obiettivamente merita. L’unica pecca è la carta di vini, insoddisfacente. Comunque ne ho scritto poco fa. 🙂

  4. Buongiorno! Molto simpatico questo scambio a botta e risposta e infatti avevo letto anche dell’Asticiotto (per non dimenticare il Bambinello)! Adesso ho un bel programma di visite ad Anzio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *