Vino. La legenda del Marchese Volante

Il vino di oggi è un’altra frivolezza estiva, di cui, in realtà, non si trova alcuna traccia nel web, e non capisco il perché. Il sito indicato sull’etichetta, www.desterlich.it, è “under costruction”.  Insomma, questo vino, una bollicine rosé, dedicata al mitico Marchese Volante, che sicuramente avrete sentito nominare, è irrintracciabile.

E’ capitato a casa mia praticamente per caso, grazie ad un’amica che conosce la mia passione per i rosati, e che ha voluto farmi assaggiare questo Montepulciano d’Abruzzo spumantizzato, vinificato in rosato. Una bollicina semplice, senza alcuna pretesa, spensierata e per questo molto estiva, da una cena tra amici. Volatile come il Marchese Volante, al quale è dedicata. Già, ma perché?

Pare che il Marchese Diego de Sterlich Aliprandi, ricco sfondato, da mille drammi e mille problemi, e dallo stile di vita sregolato, ha fatto una vertiginosa carriera di pilota da corsa. Era un personaggio molto generoso e spericolato, e sperperava il suo patrimonio senza nessun ritegno. Tra tante fortune buttate invano, ha fatto anche qualcosa di buono: aiutò un suo amico a salvare dal fallimento la sua azienda vinicola senza chiedere nulla in cambio.
Morale della favola: il Marchese Volante morì in povertà, in un ospizio. Ma, si dice, molti anni dopo i pronipoti di questa azienda di cui ignoro il nome, scoprirono di dovere la loro fortuna al pilota generoso, e dedicarono una parte dei terreni e dei raccolti al vino, intitolato in onore del Marchese Volante.

Se conoscete la vera storia di questo vino, raccontatemela, vi prego. Io, invece, concludo, dicendo che, eccellente o meno, è un vino con una legenda importante alle spalle, ed è stato emozionante, scoprire la storia di un uomo così irrequieto, così infelice.

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *