Speciale Anzio. Il pesce dell’Asticiotto per tutti i gusti

Sono sicura che lo sapete già, ad Anzio il pesce si mangia bene tutto l’anno. Cosa che in estate diventa un piacere irrinunciabile. Ci sono tanti ristoranti sul mare, con le terrazze e le verande, dove gustare la cucina marinara e godere della leggera brezza, spesso indispensabile, al tramonto.

Uno di questi è il mio preferito, l’Asticiotto. Si trova al porto, si affaccia direttamente sull’acqua. In inverno si possono vedere le barche dei pescatori attraverso le grandi vetrate, in estate si annusa il mare dalla veranda, dove mangiare diventa un piacere doppio, sia per la qualità della cucina sia per la vista. E appena la folla rimane dietro il gazebo, nel piccolo regno dell’Asticiotto inizia il banchetto.

Antipasti, crudi e cotti, a gogò. Gli assaggi arrivano infiniti, almeno 10, ma spesso 12 o anche 15, a secondo del pescato e della fantasia dello chef.

 

Dopo, se la fame è tanta, si può ordinare un primo (un irrinunciabile spaghetto alle vongole, la pasta all’uovo con sugo di scorfano, un risotto alla pescatora o un primo del giorno, a seconda di stagione).

I secondi sono classici: frittura di paranza o mista, pesce al forno o sulla piastra, al sale o all’acqua pazza. Niente di straordinariamente fantasioso, ma tutto straordinariamente fresco e squisito.

I dolci sono semplici, quelli come a casa: crostata alle albicocche o visciole, torta pere e cioccolato o rotolo con la nutella.

L’unica pecca sono i vini: la scelta è molto modesta, e di bollicine, ahimé, c’è solo un tipo di Prosecco. Ma questo è uno di quei rari casi in cui ci si passa sopra: laddove regna il pesce fresco, il resto non conta.

Qui potete vedere una galleria più completa di piatti serviti, anche se ogni volta c’è qualcosa di diverso. Vogliamo mettere una sorpresa?

Comunque nessuna sorpresa nel conto: i prezzi sono giusti e per niente esagerati.

Ristorante L’Asticiotto
Via Porto Innocenziano, 1, 00042 Anzio (RM)
Tel. 06 984 4165

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *