Speciale Portogallo. Cais ao Mar e altri ristoranti di Lisbona

La parte food di ogni mio viaggio è una parte fondamentale. La storia, le tradizioni, le usanze del paese sono spesso strettamente collegati con il cibo, i prodotti particolari o il perché di una preparazione. Si sa che il baccalà il il Portogallo sono praticamente due sinonimi, nomini uno e penso all’altro e viceversa. E visto che del baccalà abbiamo già parlato, vorrei menzionare qualche altro piatto che ho mangiato a Lisbona. In 3 giorni sono riuscita ad andare “solo” in 6 ristoranti, senza contare una pausa limonata, vino o uno spuntino.
Adesso vi lascio gli indirizzi e i piatti che meritano attenzione, e poi mi soffermo su un locale che mi ha conquistata. Poi capirete il perché.

Il primo giorno, mentre facevamo il giro sul tram, abbiamo pensato di cercare un locale tipico nella zona più vecchia, Alfama. Detto fatto. Santo André, praticamente una bettola, alla quale non dareste una lira, dove si parla solo portoghese, ma dove si mangia divinamente. Oltre le lumache che avrò decantato tante volte, anche le sardine sulla brace. Speciali.

Santo André
Costa do Castelo 91. Lisboa, Portogallo
Tel.  +351 21 886 1271

La sera del primo giorno volevo sentire il fado a tutti i costi. Quel giorno, tra l’altro era il nostro anniversario del matrimonio, e volevamo festeggiarlo nel migliore dei modi. Casa de Linhares è segnalato anche dalla guida Michelin come punto di riferimento per il fado, ma anche il la cucina tradizionale. In effetti, la scelta è stata giusta. Oltre a passare una splendida serata, a sorbire la musica sconosciuta che ti entra nel cuore, abbiamo mangiato molto bene. Tanti assaggi di pietanze tipiche nel menu degustazione, e per finire il famoso panino con la bistecca, tenerissima.

Casa de Linhares
Beco dos Armazéns do Linho 2. Lisboa, Portogallo
Tel.  +351 910 188 118

Conquistati dai quartieri Alfama e Graça, i più vecchi e suggestivi di Lisbona, abbiamo voluto ritornarci per il pranzo. C’era un posticino che avevo notato, mentre eravamo sul tram, così, seguendo le rotaie, siamo ritornati indietro. In effetti, Carvoeiro è un posto molto carino, legno, botti, due grandi porte finestre e tanto buon cibo tradizionale. Proprio qui ho scoperto che “coelho” vuol dire coniglio, e che questo coniglio arrosto è davvero squisito.

Carvoeiro
Calçada de São Vicente 70. Lisboa, Portogallo
Tel. +351 21 886 4275

La zona Docas che si trova nei pressi del Ponte 25 Aprile è famosa per i locali alla moda, situati nelle vecchie strutture, dove una volta c’erano magazzini per le merci che arrivavano da tutto il mondo. Ora è un quartiere molto frequentato, con tanti ristoranti e discoteche. Abbiamo scelto un, Doc Cod, che prometteva carne e pesce sulla brace. Molto buona la carne, in effetti, tenera e saporita, servita con patatine arrosto, tanto buon sughetto e … tanto aglio!

Doc Cod 
Doca de Santo Amaro, armazém 16. Lisboa, Portogallo
Tel.  +351 21 395 1548

Certo, scegliere una bottega a Mercado da Ribeira, quando ce ne sono quasi 50, e tutte con le offerte strabilianti, è complicato. Però girando, l’occhio è caduto su A cozinha da Felicidade, una bottega dove poter mangiare direttamente sul banco, osservando la preparazione dei cibi. Bistecca alla portoghese, molto tenera, si serve con uovo all’occhi di bue e con prosciutto croccante, nonché con le chips di patate. Invece Escabece de codorniz, la polpa di quaglia condita con olio e aceto, è incredibilmente buona, ed è servita con la purea di carote e le chips di patate dolci.

A cozinha da Felicidade Mercado da Ribeira
Praça Dom Luís i 44. Lisboa, Portogallo
Tel.  +351 965 375 972

E l’ultimo ristorante, Cais ao Mar, quello della cena del terzo giorno, è stato una scoperta incredibile. L’abbiamo notato quasi per caso, mentre andavamo al mercato, grazie alla vetrina piena di frutti di mare e, in aprticolare, di percebes.

Siamo entrati per vedere com’è, e un ragazzo, un cameriere, ci ha spiegato tutto, ha fatto vedere il menu sulla tavoletta di legno e .. ha preso la nostra prenotazione per la sera. Sul menu potete leggere tutto. I prezzi non sono proprio economici, ma se prendete un plateau chiamato Super Nova, non finirete più di mangiarlo. L’abbiamo fatto, e il godimento è stato memorabile.

 

Eravamo seduti vicino ad un enorme acquario per ostriche, granciporri, astici e aragoste, mangiando con gusto l’astice, i granchi, la polpa di granseola, le mazzancolle, gli scampi, le lumache di mare, i percebes e una scodella con i gamberi all’aglio e peperoncino nell’olio bollente.

Una bottiglia di bollicine, ovviamente, il metodo classico, è stato un accompagnamento azzeccato.

Un dolcino, giusto per curiosità: una sorta di creme caramel con la salsa di cioccolato.
Il conto non viene presentato sotto forma di uno scontrino su carta, ma direttamente su un tablet. Certo, volendo lo posso stampare, ma a che serve?
Questo è uno di quei ristoranti che non sono sofisticati, ma si vive un’atmosfera vivace e piacevole, il servizio è svelto e molto cortese, la qualità dei cibi è fuori ogni discussione, è qui che vorrei tornare ogni tanto per una scorpacciata megagalattica di frutti di mare.
Spero di poterlo fare.

Cais ao Mar.
R. Bernardino Costa 42. Lisboa, Portogallo.
Tel.  +351 21 342 1669

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *