Cantine Buglioni. Amarone e tanto altro

“Il vino è passione, tumulto, sentimento, ardore, qualcosa che ti sorprende, come la vita. Mi piace “smarrirmi” nei miei vini e scorgervi l’essenza dell’umana natura, lasciandomi andare ad ogni sorso, per concedermi piacevoli sensazioni e licenze. Il vino ci rende indulgenti e capaci di ascoltare, ci permette di avvicinarci senza pregiudizi al fuoco che arde e le umane debolezze assumono connotazioni inaspettate.”

Queste sono le parole di Mariano Buglioni, il titolare dell’omonima azienda, nata nel 2000. 7 anni prima è avvenuto l’acquisto di un casale con qualche ettaro di vigna nel cuore della Valpollicella, ma solo per piacere, per scappare dalla città, e poi è successo l’inevitabile: è nata la passione per il vino e la voglia di produrlo, ma facendolo bene, cercando la qualità e i validi colaboratori.

Tempo fa l’azienda Buglioni non era affatto conosciuta, e senza la reputazione era difficile vendere. Ma l’idea di aprire una piccola enoteca in centro a Verona è stata vincente, e così L’Osteria del Bugiardo è diventata l’ambasciatrice dei vini Buglioni. Oggi l’azienda possiede 50 ettari e produce 10 etichette, utilizzando i vitigni autoctoni: Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara, Oseleta, Croatina, Perlara e Negrara.

Io ho avuto un’occasione di assaggiare 5  tra le più interessanti etichette, e sono rimasta piacevolmente stupita.

“Che c’è da stupirsi con l’Amarone o con il Valpolicella?”, direte voi? Ecco, io non sono esattamente una grande fan di questi vini, preferisco il Pinot Nero declinato in tutti i modi, o il Nebbiolo. Però Mariano Buglioni mi ha fatto cambiare idea, e gliene sono grata. Inoltre ho scoperto un vitigno che non avevo mai sentito nominare, la Molinara, e una bollicina fatta con esso. Molto molto interessante e piacevole. Proprio questa bollicina ha aperto le danze; facendo partire la degustazione, avvenuta allo storico ristorante pariolino, Al Ceppo.

1.  Molì
Molinara in purezza, rifermentata in bottiglia. Il colore è leggermente rosato, un po’ torbido, in pratica sarebbe un colfondo se fosse Prosecco. Al naso è fruttato e floreale, ha dei sentori di frutta esotica. In bocca è fresco e piacevole, sapido, pulisce il palato delicatamente.

2.  Il Valpo. Valpolicella Classico 2015
60% Corvina, 25% Corvinone, 10% Rondinella, 5% Croatina
Colore rosso rubino brillante. Al naso è fragrante e fresco, ha dei sentori di ciliegia. In bocca è asciutto, si sentono le note di ribes rosso, e della gelatina di ribes rosso.

Il vino è stato abbinato all’antipasto: polpette di zucchine su una salsa leggera di pomodoro. Piatto estivo e gustoso.

3.  L’Imperfetto. Superiore Valpolicella Classico 2015
50% Corvina, 20% Corvinone, 25% Rondinella, 5% Croatina
Colore rosso rubino carico. Al naso sembra di sentire la frutta appassita o surmatura, le sfumature di spezie. In bocca arrivo le note di more e di amarene, sensazioni morbide, leggermente legnose.

Questo perfetto Imperfetto è stato servito insieme alla tartare di manzo con un piccolo pinzimonio e un gelato al parmigiano. Adoro questo genere di pietanze, tutto crudo e fresco.

4.  Il Bugiardo. Ripasso Valpolicella Classico Superiore 2015
60% Corvina, 20% Corvinone, 10% Rondinella, 5% Croatina, 5% Oseleta
“Se non è un Amarone, allora è un vino Bugiardo!”
Questo il commento di un esperto sommelier, all’assaggio del primo Ripasso della cantina. Di qui, quasi per gioco, è nato il nome del vino, divenuto Brand Ambassador della cantina e di tutte le strutture.
Colore rubino intenso. Al naso arrivano  i ricchi profumi di marmellata di frutti rossi e di vaniglia. In bocca è profondo ed estremamente piacevole grazie alle spezie calde, tabacco e qualche sfumatura di legno.

Dall’uva vinificata fresca si ottiene un vino destinato alla tradizionale tecnica del ‘Ripasso’ sulle vinacce dell’Amarone. L’uva appassita viene vinificata a novembre e fatta macerare per 20 giorni a contatto con le bucce.
 Assemblaggio del vino ottenuto da uve appassite con quello ripassato.

Questo vino è stato servito con un primo: fettuccine integrali con funghi porcini e galletti con le briciole croccanti. Pasta consistente, dai sapori molto tradizionali nonostante il croccante. Un po’ piatta.

5 Il Lussurioso. Amarone della Valpolicella Classico 2013
60% Corvina, 20% Corvinone, 10% Rondinella, 5% Croatina, 5% Oseleta
Colore rosso rubino intenso, con riflessi color granato. Al naso è elegante, si sentono vaniglia, legno, crema pasticciera e aromi dolci, forse di cioccolato.
 In bocca è leggermente fumé, pieno e corposo, ha dei meravigliosi sentori di legno e l’eleganza dei tannini.

L’ Amarone è stato servito con la guancia di manzo brasata al vino rosso. Indubbiamente buona, ma altrettanto indubbiamente invernale.

Si racconta che Amarone fosse figlio di una dimenticanza: quella di una partita di Recioto, che lasciata in botte per lungo tempo si è evoluta, acquisendo un sapore non più dolce ma amaro. Il suo primo nome era Recioto di Amarone, infine, la decisione di fare una vinificazione specifica per il re dei vini della Valpolicella.

Secondo la tradizione l’Amarone si abbina alla cacciagione, alle carni alla brace, ai brasati e ai formaggi stagionati. Ma Mariano è riuscito a stupirmi ancora, dicendo che la sua morbidezza consente abbinamenti anche azzardati, per esempio con gli scampi crudi.

Beh, gli scampi non erano previsti al pranzo che ha accompagnato la nostra degustazione, ma la curiosità di provare l’abbinamento insolito mi è rimasta, chissà che non lo proverò molto a breve?

Ma qui abbiamo finito con un dolcino, una pesca marinata con un gelato al limone. Proprio quello che ci voleva in una giornata caldissima!

Cantine Buglioni
via Campagnole 55
Corrubbio di San Pietro in Cariano, Verona
Tel. 045 6760676

Ristorante Al Ceppo
Via Panama, 2, Roma
Tel. 06 841 9696

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *