Fregola con vongole e porcini

A volte il tuo fruttivendolo di fiducia riesce a farti una sorpresa, come, per esempio, farti trovare gli splendidi porcini freschi, provenienti dal Piemonte. Certamente, non erano regalati: 25 € al kg non sono pochi, ma le mie voglie sono incontrollabili: ho iniziato a vedere il carpaccio di porcini con le scaglie di parmigiano e … e… e non riuscivo a visualizzare altro.

Non ero però ispirato dai soliti abbinamenti con la pasta o con il risotto, avevo voglia di qualcosa di diverso, magari un filetto di pesce con dei porcini trifolati.
No, troppo banale anche questo.

Alla fine, carica di spesa e fiduciosa nel trovare un’idea giusta, sono andata dal mio pescivendolo di fiducia. Ed ecco che l’ispirazione mi ha trovata tra i banchi di pesce sotto forma di vongole.

La ricetta è stata impreziosita dalla bisque preparata tempo fa e surgelata per i casi come questo. Il tocco finale è stato dato dall’abbinamento con il prosecco Brut Nature Ponte Rosso, il mio adorato “vino di casa”.

Fregola con vongole e porcini

150 g di fregola sarda (quella vera)
500 g di vongole
1 fungo porcino (circa 200 g)
600 ml di bisque di gamberi
1 spicchio di aglio
olio evo
sale
peperoncino
prezzemolo

– spurgare le vongole, metterle in una padella, coprire e far aprire a fuoco medio. Filtrare il liquido di cottura e tenere tutto al caldo

-pulire e tagliare i funghi a cubetti; rosolare delicatamente l’aglio in camicia e il peperoncino in 2 cucchiai di olio evo, far saltare i funghi per 5-6 minuti

-portare a ebollizione la bisque in un tegame basso e largo e aggiungere la fregola; cuocerla ristorata per 8 minuti ( o il tempo indicato sulla confezione meno 2 minuti)

-alla fine versare il liquido delle vongole insieme alle vongole, aggiungere i funghi e amalgamare il tutto sul fuoco medio per 1 minuto, aggiustare di sale se serve

-tritare il prezzemolo; servire la fregola nei piatti e spolverare di prezzemolo

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *