Tullum Dop e Spumante Brut Metodo Classico

Nessun vino vale quello che costa. Vale quello che rappresenta.” (cit. Paolo Lauciani).

Le piccole Dop crescono”. Con la vendemmia 2008 è nata Tullum, la più piccola DOC italiana, che è circoscritta all’interno del territorio comunale di Tollo, in provincia di Chieti in Abruzzo, di soli 14,96 km2. E’ una prima DOC territoriale d’Abruzzo che valorizza le specificità del territorio e vanta i rigidi parametri produttivi.

Le unicità dei vini tollesi dipendono dal microclima del territorio che è caratterizzato dalle escursioni termiche tra il giorno e la notte e dalle brezze marine, oltre, naturalmente, il terreno. Il disciplinare prevede basse rese per ettaro e l’utilizzo di varietà autoctone che sono Pecorino, Passerina e Montepulciano.

La vinificazione deve avvenire in zona e sono dai vigneti in colline tollesi. Il concetto del terroir creatosi a Tollo, ha fatto si che nel disciplinare della Dop Tullum esiste anche il concetto di “cru” da singoli vigneti.

Una verticale di Pecorino Tullum di 7 annate, da 2008 a 2016, condotta da un noto sommelier Paolo Lauciani e dall’enologo di Feudo Antico Riccardo Brighigna, ha confermato la qualità e una bellissima evoluzione di questo vitigno, racchiuso in bottiglia. Le caratteristiche più note di Pecorino sono queste: tante spezie profumate, erbe aromatiche come lavanda e salvia, il suo essere agrumato, minerale e salino quando è giovane.

Da invecchiato il Pecorino diventa elegante e raffinato, assume le note più dolci di frutta matura e miele, ed è molto equilibrato in bocca, anche se in alcune annate manca di “sprint”.

Le tipologie di vino prodotte adesso sono: Rosso riserva, Rosso, Pecorino, Passerina, Passito Rosso e Chardonnay Spumante Metodo Classico.

Ed io, da vera appassionata di bollicine, non potevo non apprezzare il Brut Metodo Classico abruzzese, Tullum Dop. Questo un blanc de blanc è un Chardonnay 100% che proviene da vigneti coltivati su terreni a giacitura collinare nel comune di Tollo. Il vino passa almeno 6 mesi sui lieviti in vasche di cemento e minimo altri 30 mesi sui lieviti in bottiglia. Il colore e il profumo indicano le uve Chardonnay senza alcun margine di errore, ma il bocca è qualcosa di diverso, più ampio e ricco, meno spigoloso rispetto ai “cugini” del nord. Un po’ è dovuto al passaggio in barrique di una piccola parte, un po’ , naturalmente, al territorio, Tullum.

Feudo Antico. Via Perruna, 35, 66010 Tollo (CH). Tel.  0871 969803

Consorzio Tutela Dop Tullum.

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *