Focaccia barese con pasta madre

Ieri mattina mi è venuta una voglia. Non che sia una cosa particolare in sé, ho spesso le voglie, più o meno strane o improvvise: di un vino particolare o delle bollicine, del pesce crudo o dell’ avocado, delle spezie indiane o del rafano russo, ma mai mi viene voglia dei carboidrati tipo pizza, focaccia, pane o pasta. Neanche i dolci rientrano nella categoria “lo voglio ORA!” Invece ieri mattina desideravo la focaccia, e non una qualsiasi, ma quella barese, alta, soffice, con i pomodorini canditi saporiti! Bene ( anche se strano!), ho tutto: farina, patata, pomodorini e, naturalmente, il mio giochino preferito, la pasta madre!

Di recente una focaccia così ho visto da Paola. Diciamo che gli ingredienti sono quasi uguali, ma nella mia c’è qualcosa di diverso, per questo ho pensato di postarla.

Focaccia barese con la pasta madre

125 g di pasta madre rinfrescata il giorno prima (diciamo, quasi per caso, semplicemente avevo fatto il pane)

250 g di farina 00

1 patata lessa schiacciata (di 100-120 g circa)

1 cucchiaio di olio

1 cucchiaino di sale

150 ml di acqua

per condire:

12 pomodorini

1 piccolo spicchio di aglio

origano

sale

3 cucchiai di olio

– togliere la pm dal frigo e lasciare intiepidire 30 minuti

– sciogliere la pm nell’acqua tiepida, poi aggiungere la farina, la patata, il sale e l’olio e impastare nella macchina da pane

– l’impasto viene abbastanza liquido, ma niente paura!

– oliare una teglia rotonda di 26 cm di diametro, versarvi l’impasto, coprire con un canocaccio umido e lasciare lievitare 3 ore circa

– nel frattempo tagliare i pomodorini a metà, togliere i semini e adagiarli su un tovagliolo di carta per asciugare.

– grattuggiare l’aglio, mescolarlo con l’olio e un pizzico di sale

– dopo 3 ore circa l’impasto si gonfierà e diventerà il triplo. Prendere i pomodorini e, schiacciandi leggermente, adagiarli sull’impasto con la parte tagliata rivolta in alto

– spolverare i pomodorini con l’origano, versare con l’aiuto di un cucchiaino un pò di olio e aglio all’interno, coprire con il canovaccio umido e lasciare ancora 1 ora

– riscaldare il forno a 210° circa. Spruzzare sulla focaccia l’olio rimasto e infornare per 30 minuti circa

– appena cotta, coprire la focaccia con lo stesso canovaccio per non far formare la crosta

Questa focaccia ha una consistenza particolarissima: sulla superficie è biscottata e friabile, all’interno è leggermente, ma poco-poco(!) gommosa, come il pane. E’ molto soffice, è altissima ed è buonissima, molto saporita.

Non me lo aspettavo, ma sono davvero felice per aver ottenuto questo risultato e così, per non dimenticare, la posto subito!

.

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *