Okroshka, zuppa fredda russa con verdure e kefir

Oggi vado un (bel) pò di corsa, devo preparare ancora tante cose (buone) per il raduno!.. Ma volevo lo stesso fare un piccolo post(icino), anche perché l’avevo promesso.

Visto che oramai fa caldo e le zuppe invernali, quelle pesanti, fumanti e supercaloriche, non si possono più mangiare, vi propongo un’altra zuppa fredda, una zuppa russa che si mangia molto spesso in estate. Fatta con gli ingredienti tradizionali per la campagna russa, è una zuppa antica che ha dato origine alla famosa … insalata russa! (l’avevo scritto QUI qualche mese fa)

La parte liquida di questa zuppa può essere costituita da kvas (bevanda tipica a base di pane di segale, leggermente fermentata), dalla smetana (panna acida) oppure da kefir. Immagino, si potrebbe provare anche con lo yogurt naturale.

Okroshka

1 grossa patata (novella!)

1-2 cetrioli freschi

8-10 ravanelli

1 mazzetto di cipollina verde ( oppure di erba cipollina)

1 mazzetto di aneto (se non c’è, meglio non aggiungere nient’altro)

100 g di carne lessa magra

1-2 uova sode

500 ml di kefir

sale

pepe

– lessare la patata e le uova, raffreddare, sbucciare/sgusciare e tagliare a cubetti

– sbucciare i cetrioli, tagliare a cubetti, tritare le erbette

– tagliare a cubetti la carne; tagliare i ravanelli a rondelle

– mescolare tutti gli ingredienti in una grossa ciotola, salare, pepare e versare il kefir, mescolare

– lasciare nel frigo 1-2 ore prima di consumare

A posto della carne si può prendere il pollo, la mortadella (quella a pezzi, non affettata), i wurstel… Okroshka è davvero gustosa, saporita ma poco calorica, perfetta per i giorni caldi!

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *