Pagnotta con la farina di segale e … la pasta madre!

Béh, era ovvio, no?.. :-))

Comunque, questo è l’ultimo degli “appunti” recenti. Il bello di questo pane è che è uguale identico a quello che ho sfornato 15 gg fa, cioé, gli ingredienti sono uguali, le proporzioni quasi…

Di diverso invece ci sono i tempi di lievitazione e la temperatura del forno.

IL risultato?.. Il secondo è migliore, indubbiamente, anche se merito un pò di clemenza per il primo pane, visto che era il Primo (con la pasta madre), in tutti i sensi!

Pagnotta con la farina di segale e con la pasta madre

150 g di pasta madre

150 g di farina di segale

300 g di farina 00

2 cucchiaino di sale

270-280 ml di acqua tiepida

Ho usato ancora una volta la macchina da pane, ma solo perché era il terzo pane di quel giorno ed ero un pochino stanca di impastare a mano

– sciogliere la pm nell’acqua tiepida ( ho usato comunque il frustino)

– aggiungere le due farine, il sale ed impastare (il ciclo più breve della mdp). Lasciare lievitare per 1 ora

– tirare fuori l’impasto, formare una palla ed inciderla abbastanza profondamente (a croce o a griglia di “tris”, come se giocaste a tris, intendo), sistemare su un piano di lavoro infarinato, infarinare anche il pane, coprire con un canovaccio umido e lassciare a lievitare altre 3 ore

– riscaldare il forno a 220° con dentro la teglia, spostare la pagnotta lievitata su questa teglia, spruzzare il forno con l’acqua ed infirnare per 1 ora 10 minuti

Non voglio dire più niente, ma paragonate le due foto, sopra e sotto…

Il pane era profumato, morbido, pieno di bolle, con la crosta da paura…

.

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *