Pane integrale con la pasta madre, noci e semi di zucca

Buona-buona, zitta-zitta, continuo a giocare con la pasta madre! In questi giorni ho panificato parecchio, ma “di nascosto”, visto che non ne ho ancora parlato. In realtà la pasta madre mi diverte tanto! La chiamo “il pezzo di antiquariato” e le faccio fare di tutto e di più: una ciabatta, i panini, unaa focaccia ( con la quale devo ancora approfondire) , una pagnotta casereccia e, pochi giorni fa, anche il filoncino con la farina ingìtegrale, noci e semini di zucca.

Tra l’altro, la mia pasta madre è anche una gran viaggiatrice: ora vive in Belgio e a Tenerife, ma a breve si trasferisce anche a Mosca!

Questo pane è frutto di della mia immaginazioe e della sperimentazione!

Pane integrale con la pasta madre, noci e semi di zucca

125 g di pasta madre rinfrescata

200-220 ml di acqua tiepida

150 g di farina integrale

200 g di manitoba

2 cucchiaini di sale

1 cucchiaio di miele chiaro

1 manciatina di noci tritate grossolanamente

1 piccola manciatina di semi di zucca

la sera:

– sciogliere la pasta madre nell’acqua, poi aggiungere le farine, il sale, lo zucchero e il miele, impastare

– alla fine aggiungere le noci e i semi di zucca, impastare ancora, formare una palla metterla nella ciotola e praticare il taglio profondo a croce. Coprire con il piatto e mettere nel frigo.

la mattina:

– togliere l’impasto dal frigo, lasciare a temperatura ambiente per 1-2 ore.

– formare un filoncino e sistemarlo sulla carta da forno, spolverata di farina. Praticare i tagli da baguette, spolverare di farina, coprire con un canovaccio e lasciare a lievitare altre 2-3 ore.

– riscaldare il forno insieme alla placca a 220°, spruzzare di acqua e spostare il filoncino insieme alla carta sulla placca calda. Cuocere 30-40 minuti, gli ultimi 10’15 minuti abbassare la temperatura a 200°.

– per una crosta consistente lasciare il pane nel forno qualche minuto in più

– raffreddare il filoncino nel forno semiaperto

Il pane così è semplicemente delizioso! La crosta è da paura! L’ho servito con il pate di pollo, del quale parlerò nel porssimo post.

.

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *