Strudel con la carne e le zucchine

Oggi è stata una di quelle giornate quando niente va nel verso giusto, oppure non va per niente, o anche se va, va a tale prezzo che era meglio se non andasse.. Per la verità sono già alcuni giorni che va avanti così: ritardi, attese, rotture in tutti i sensi compresi i piatti, dimenticanze, svogliatezze… Ad un certo punto non so più nemmeno quello che voglio, se lo voglio o no… Non ho idea di cosa cucinare: carne, pesce, pasta… Basta!! Passo tanto tempo a fare la spesa, a temporeggiare davanti ai banchi, proprio perché non mi ispira niente. Stanamente proprio in questi giorni, penso per pigrizia e la buona manualità, mi vengono fuori dei piattini uno più buono dell’altro! Almeno una piccola consolazione, no?..

Ho preparato una polentina bianca con radù di frutti di mare squisita, dei gnocchetti spettacolari con asparagi e salmone (postrò tutto, non posso tenerlo per me!) e, stasera, questo superpigrissimo strudel, d’accordo, un pò finto, ma buono e semplice.

Strudel con la carne e le zucchine

1 confezione di pasta sfoglia stesa

250 g di carne macinata (maiale, vitello…)

4-5 fette di prosciutto crudo

1 patata lessa

2 uova

2 zucchine medie

2 cucchiai di cipolla fritta (anche quella di Ikea!)

sale

pepe

origano

– stendere la pasta sfoglia in sfoglia finissima, cercando di formale un’ovale-rettangolo

– schiacciare la patata, aggiungere il macinato, l’uovo, sale, pepe, origano e cipolla fritta e mescolare per benino

– coprire la sfoglia con le fettine di prosciutto, lasciano qualche centimetro da ogni lato

– tagliare le qucchine a fette, grigliarle

– stendere la farcia sul prosciutto, distribuendola uniformemente, lasciando 2-3 cm da 3 lati, l’ultimo, più stretto deve avere 5-6 cm liberi

– al centro sopra la farcia disporre le fette di zucchine; spennellare i lembi di pasta con il tuorlo

– cominciare ad arrotolare, ripiegando i lembi di pasta laterali sul ripieno

– la chiusura dello strudel deve restare sotto. Spennellarlo con il resto del tuorlo ed infornare a 210° per 40 minuti

– se la pasta si colora troppo, coprire lo strudel con l’alluminio

Ho preso il macinato di maiale, ma penso che con la carne di agnello e le melanzane questo strudel sarà superbo!

L’ho servito con l’insalatina fresca

Già, dimenticavo (come capita spesso ultimamente) questa ricetta partecipa alla raccolta di Pippi, Strudel amore mio

.

Seguimi anche su

About Giulia

Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adoro cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *